ARABIA MADE IN ITALY

Il Lighting Design Brand PHOTONIKA è approdato nel Regno dell’Arabia Saudita per collaborare con il Governo locale alla riqualificazione di un cluster di villaggi antichi nella regione dell’Aseer, operazione che rientra nell’ambizioso programma VISION 2030. Il Team coordinato dal Project Leader Architetto LD Patrizia De Masi e dal Project Coordinator LD Walter Lutzu – rispettivamente anche Presidente e Vice Presidente dell’AILD Associazione Italiana Lighting Design – ha già elaborato le proposte per due importanti location, AL Basta District e Rijial Almaa, che sono attualmente nella Tentative List dell’UNESCO per diventar parte a breve del World Heritage Patrimony.

“L’esperienza che stiamo vivendo in Arabia Saudita è tra le più straordinarie finora nel nostro repertorio” – afferma l’Architetto De Masi“soprattutto per la sorpresa che abbiamo avuto lavorando in una dimensione completamente diversa da quello a cui siamo generalmente abituati: la cultura araba odierna ha mantenuto nel tempo quel magnifico spirito di progresso che l’ha resa nel Medioevo la più florida terra di scienza e conoscenza del mondo intero. Quello stesso spirito lo abbiamo trovato affrontando insieme alle istituzioni amministrative e ai gruppi locali di lavoro i progetti preliminari. La challenge più grande è stata quella di creare un approccio strategico di Lighting Design coerente con la filosofia con cui gli antichi architetti e artisti hanno costruito il Regno: trasdurre un significato collettivo e spirituale nella migliore forma plastica. Abbiamo dunque scelto di esprimere questi alti valori emersi dal lungo periodo preliminare di studio, con scelte progettuali delicate e al tempo stesso emozionanti, perfettamente evocative e mai didascaliche, e con un linguaggio tecnologico complesso, preciso, all’avanguardia, spesso customizzato e ispirato alla migliore tradizione decorativa araba.”

“Si tratta di un chiaro esempio di Architainment  in cui l’illuminazione architetturale sarà in corretta simbiosi con quella dinamica spettacolare, e ciò scaturisce dalla lunga esperienza di confronto delle nostre rispettive competenze professionali – mie e di Patrizia – in sinergia con le varie aziende e professionisti che nel tempo abbiamo coinvolto nei nostri progetti. Un’esperienza entusiasmante che metterà in scena un ventaglio di panorami di luce senza l’ausilio di truss, frontman, backstage e quinte. Non vedo l’ora di aprire il sipario!” – dichiara Walter Lutzu.

Lighting test presso Al Basta

Il connubio ARABIA e MADE IN ITALY – perché si tratta di cultura e design che sono le nostre firme nazionali di eccellenza – ha già entusiasmato l’entourage locale e le rappresentanze governative, nei numerosi incontri dove sono stati presentati i contenuti dei progetti.